“Complicated Love”, Anna Esse

Ciao a tutti!

Oggi voglio parlarvi di Complicated Love di Anna Esse, qui su WordPress conosciuta come shio76.

Questa è stata la seconda lettura fatta in seguito a un blocco del lettore che mi attanagliava da diverso tempo. Tra l’altro, i momenti che riesco a dedicare alla lettura si sono molto ridimensionati rispetto al passato.

Tornando a noi, si tratta del primo romanzo M/M che mi capita di leggere e non sapevo di preciso cosa aspettarmi. Mi ha fatto bene scegliere qualcosa di diverso rispetto alle mie solite letture, di tanto in tanto mi piace uscire dalla mia comfort zone per avventurarmi in nuovi mondi librosi. Qui ero anche mossa da una grande curiosità, dato che seguo Shio su WordPress da un po’ e ho letto i vari aggiornamenti sull’imminente pubblicazione del romanzo.


TRAMA: Nato in una famiglia troppo impegnata a gestire il lutto che li ha colpiti, Edward è costretto a crescere da solo nell’indifferenza più totale. Questo fa scattare in lui un forte desiderio di lasciare quanto prima il tetto famigliare per trasferirsi a New York, dove vive il suo migliore amico Mark, per cui prova da sempre una grande attrazione. Lui è l’unico in grado di domarlo. Sa come prenderlo e, soprattutto, riesce a soddisfare la sua sete di affetto e attenzioni.
La sera del suo diciannovesimo compleanno, sotto insistenza di Mark, Edward entra per la prima volta in un locale gay dove s’innamorerà a prima vista di Adam, un giovane barman che lavora lì. Ma l’amore è complicato, si sa, e quello tra due uomini, può esserlo ancora di più quando il destino, i rimorsi e i drammi legati a un lontano passato, ci mettono lo zampino.
Edward dovrà fare i conti con la sua curiosità, che pagherà a caro prezzo. Il suo immenso desiderio di rendersi utile, gli si ritorcerà contro ritrovandosi, suo malgrado, coinvolto in avvenimenti di un passato lontano ma che condizioneranno il suo presente, sconvolgendolo.


Come scrissi a Shio sotto uno dei post in cui dava delle anticipazioni su Complicated Love, la cosa che maggiormente mi aveva incuriosito era la scelta di scrivere il romanzo dal punto di vista del protagonista, riportando i suoi pensieri senza alcun filtro. Ho trovato la sua decisione vincente, perché permette di conoscere il personaggio di Edward a 360°. I suoi pensieri sono spesso contraddittori, si ritrova a pensare una cosa ma poi, spinto dall’impulsività che lo contraddistingue, agisce in tutt’altra maniera, spesso ferendo chi lo circonda.

«Tuttavia, anche se non ci conosciamo un granché una cosa di te l’ho capita: sei spontaneo, troppo. Non hai filtri, sei come un neonato che ancora non ha chiara la differenza tra il bene e il male. Tu dici quel che pensi senza curarti del prossimo e fai lo stesso coi fatti».

Il suo è un personaggio complesso, dalle mille sfaccettature, che suscita sentimenti contrastanti. Può apparire viziato e superficiale, ma la sua condizione affonda le radici in un contesto familiare che lo ha sempre escluso, ignorato e mai supportato. È un diciannovenne che si affaccia ai problemi della vita e viene catapultato nell’età adulta quasi all’improvviso, ritrovandosi a fare i conti con i vari accadimenti che segneranno il suo percorso. A me il personaggio di Ed è piaciuto molto e, pur essendo acerbo e infantile all’inizio, nel corso della narrazione è possibile seguirne la crescita personale. Passo dopo passo sarà costretto ad affrontare alcune problematiche che si trascina da tempo, cosa che permette a noi lettori di comprendere meglio il perché di certi suoi atteggiamenti. Tutto ha origine dalla difficile situazione familiare, che lo porta a vivere con ansia la sua omosessualità, a temere il giudizio altrui. Si rende conto inoltre di non aver mai realmente superato un evento terribile che ha segnato la sua esistenza prima ancora della sua stessa nascita. Dopo aver finalmente permesso al dolore di raggiungerlo, inizia a ritrovare la propria serenità.

Elemento che permea l’intero romanzo è quello dell’amore in tutte le sue forme, che non ha età, non ha genere, non ha limite alcuno. Quello più evidente, palpabile e dolce è dato dalla storia di Edward e Adam, che capiscono di essere fatti l’uno per l’altro al primo sguardo. Viene ribadita l’importanza dell’amicizia, in particolar modo nella sua imperfezione.

«A volte, si è ciechi di fronte a quello che abbiamo, e ci si concentra sempre su quelle uniche cose che mancano».

Edward ha da sempre contato sulla presenza di Mark, amico che lo ha guidato nel mondo a lui sconosciuto dell’omosessualità, che lo ha ascoltato nei momenti di crisi. Ma lui, per Mark, c’è sempre stato? Inizia a guardarsi intorno e a comprendere che spesso le azioni delle persone e la facciata che scelgono di mostrare non rispecchiano quello che ciascuna di esse porta nel cuore. Interessante, da questo punto di vista, il personaggio di Emmett, che pur con il dolore che è stato costretto a vivere, affronta la vita con il sorriso sulle labbra; è forse il primo a smuovere qualcosa in Ed, è l’artefice dell’inizio del suo cambiamento.

Trovo che i personaggi rimangano impressi e che la scrittura sia scorrevole. La storia si segue con avidità, si è invogliati a continuare per cercare di arrivare in fondo al mistero che avvolge il passato delle persone più care a Edward.

Se, come scritto dall’autrice nella parte finale del libro, ci sarà un seguito, sarò felice di continuare a leggere le vicende di Edward, Adam, Mark ed Emmett.

Grazie Shio per avermi tenuto compagnia con la tua emozionante storia!

Buone letture a tutti!

Un abbraccio

17 Replies to ““Complicated Love”, Anna Esse”

  1. Grazie per aver letto, recensito e, soprattutto, amato il mio “piccolo Ed” che viene spesso mal interpretato. Le tue parole e l’analisi della storia in sé mi hanno emozionata e commossa: non ho parole, davvero.
    Per il blocco del lettore, ti capisco e sapere che il mio Complicated Love ti ha aiutato, mi rende ancora più felice.
    Spero che tu possa risolvere presto e sono d’accordo con te sul fatto che è meglio non sforzarsi: la lettura dev’essere un piacere, se diventa un obbligo, non ha senso. 😉
    Grazie ancora e buonanotte. 🥰

    Piace a 1 persona

    1. È stato davvero un piacere per me❤️ Esprimere un piccolo pensiero personale su una lettura appena terminata mi permette di mettere meglio a fuoco ciò che ho recepito. Sì, sembra che io stia pian piano riuscendo a ingranare e ricominciare con le letture. Speriamo bene! 🤞 ti auguro una splendida giornata! ☀️❤️

      Piace a 1 persona

  2. In attesa di leggere (se finirà di scriverlo) anche il fantasy di Shio, concordo con quanto detto in questo artico.
    E brava anche per averti fatto sbloccare come lettrice! 🙂

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

AERIA VIRTUS

"L'unico uccello che osa beccare un'aquila è il corvo. Si siede sulla schiena e ne morde il collo. Tuttavia l'aquila non risponde, nè lotta con il corvo, non spreca tempo nè energia. Semplicemente apre le sue ali e inizia ad alzarsi piu'in alto nei cieli. Piu' alto è il volo, piu' è difficile respirare per il corvo che cade per mancanza di ossigeno".

ALPRIMOSGUARDO

Rivivere, raccontare ed immaginare... la miglior descrizione della fotografia.

Cinemuffin

Per golosi di cinema

Guide pratiche per meditare

Meditazione, semplice e per tutti

Balladeer's Blog

Singing the praises of things that slip through the cultural cracks

Viaggiando con Bea

E' bello raccontarvi dei miei viaggi e dei miei esperimenti tra i fornelli

Le cose minime

Prendo le cose gravi alla leggera, e le cose piccole molto sul serio.

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

Writer&Reader

Writing future readings

Senza censura, ma divertente

La (divertente?) visione del mondo di Dario Delfino

Il Libro di Pladis

Per raccogliere la Rosa devi stringere le spine

Cor-pus 2020

semplicemente vivere, sognare è un di più

Verses Inked©

We set the ink down, on the streets of the town. where Eternity Stand Confound.

Brother's Campfire

Gather 'round and hear a tale...

saania2806.wordpress.com/

Philosophy is all about being curious, asking basic questions. And it can be fun!

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: